Ecobonus 2016

15 Gennaio 2016

Detrazioni del 65% per giardini e orti pensili

L’agevolazione consente di recuperare gran parte della spesa sostenuta nella realizzazioni di giardini pensili. Il verde pensile consente di abbassare del 30 per cento i consumi energetici, mantengono la casa fresca d’estate e calda d’inverno, e inoltre intercettano gli agenti inquinanti nelle città.

A parte l'opportunità fiscale, quali sono i vantaggi di un giardino pensile?

Tanti.

Innanzitutto quelli di NATURA AMBIENTALE: aiuta l’isolamento termico (con una relativa diminuzione dei consumi energetici), assorbe i rumori, trattiene l’acqua piovana, mantiene la biodiversità, riduce le emissioni di anidride carbonica.

Poi ci sono i BENEFICI ESTETICI, che riguardano sia l’edificio sia il complesso dell’arredo urbano circostante.

E infine un notevole VANTAGGIO ECONOMICO: la casa, o l’intero palazzo, aumentano di valore. E ciò perché con le coperture vegetali è possibile rientrare nella classe A, la più alta, degli edifici ad alto risparmio.

Nel dettaglio

INTERVENTI DI SISTEMAZIONE DEL VERDE PRIVATO

È stata prevista una detrazione del 36% dai 2.000,00 ai 3.000,00 euro di spesa, detraibili in cinque anni, per orti, giardini privati e tetti verdi; da 5.000,00 a 50.000,00 euro, invece, per interventi a favore del verde condominiale. La proposta, dicono dal Ministero, ha lo scopo di sostenere economicamente i cittadini che decidano di migliorare l’ambiente, anche valorizzando il paesaggio urbano.

GIARDINI PENSILI E GREEN ROOF

Non sono stati esclusi dalle detrazioni fiscali nemmeno i giardini pensili ed i tetti verdi: al fine di «favorire la trasformazione dei lastrici solari in giardini pensili» è stata confermata una detrazione fiscale del 50%.

«La delibera – dichiara Teodoro Georgiadis dell’Istituto di Biometereologia del Cnr di Bologna – segna un momento importante per la crescita di spazi verdi urbani. Essa apre, infatti, la strada a interventi sulla ‘pelle’ degli edifici, quali la realizzazione di giardini pensili e di tetti verdi, che oltre a produrre risparmio energetico, consentono anche benefici fiscali».

Se hai trovato l’articolo utile e interessante, ti chiediamo di condividerlo. Grazie!

Lascia un commento

La tua opinione è importante per noi. La tua email non verrà visualizzata

Please wait...